logoAltotasso Osterie-Italia-rounded-150baroftheyear-150
Altotasso-logo-100

Piccolo Formato

Bologna città Invisibile è il tentativo di fotografare nella caotica ragnatela urbana quello che normalmente ci sfugge perché lontano tre metri dalla nostra curiosità o perché più lento di un secondo rispetto alla nostra fretta.
Il lavoro comprende una parte espositiva fotografica in bianco e nero ed una videoproiezione.
www.piccoloformato.it
matteo_montanari.jpg

caterina_sansone.jpg
andrea_biondo.jpg
chiara_bonfiglioli.jpg
masa_hrvatin.jpg

Il progetto è stato elaborato da un gruppo di ricerca didattico formatosi all’interno dell’associazione "Piccolo Formato" nella primavera 2004 con lo scopo di indagare il territorio bolognese sovrapponendo ai percorsi urbani, i percorsi più intimi dell’anima, quelli che non seguono precise coordinate geografiche, ma che percorrono le sensazioni e percezioni dello sguardo, luce e materia palese a noi stessi ma invisibile agli altri.

Per poter coordinare tra loro i diversi fotografi coinvolti nel gruppo, la città di Bologna è stata suddivisa in settori concentrici e radiali, "costringendo" i partecipanti a muoversi in una vera e propria ragnatela urbana. La suddivisione in cerchi concentrici è stata scelta per assecondare/rappresentare lo sviluppo urbano unicentrico caratteristico della città di Bologna, mentre quello radiale, che suddivide la città lungo le principali vie fuoriuscenti dai viali, è stato adottato per far confluire i diversi percorsi individuali in un'unica e lineare via direzionale centro-periferia.

Sebbene i percorsi siano frutto di un approccio filtrato dall’esperienza soggettiva del fotografo, la scelta di seguire tracce invisibili urbane e sociali dal centro alla periferia ci ha permesso di mettere in luce alcuni aspetti concreti dello sviluppo urbano e sociale di Bologna al di fuori di ogni schematismo e convenzione istituzionale.

Hanno fotografato:

Andrea Biondo – zona Costa

Claudio Andolfo – zona Saragozza

Chiara Cremonini – zona S.Mamolo

Céline Vignacq – zona Castiglione

Caterina Sansone – zona Murri

Salvatore de Clario – zona Mazzini

Matteo Montanari e Giorgio Porcheddu– zona Massarenti

Marcello Cacciato e Caterina Sansone – zona S.Donato

Chiara Bonfiglioli – zona Stalingrado

Masa Hrvatin – zona Bolognina

Simone Martinetto – zona Zanardi

Gianmarco Bresadola e Matteo Montanari – zona Saffi

Coordinamento: Matteo Montanari

Progetto multimendiale realizzato da Mattia Bonafè e Masa Hrvatin

Musiche scelte da Andrea Martignoni


Bologna città invisibile è un lavoro multimediale scaturito dall'ultimo gruppo didattico di ricerca organizzato dall'associazione di fotografi Piccolo Formato, il quarto dopo "Ipermarcati", "Barriere" e "Se non sei qui dove sei?". I gruppi didattici sono aperti ai soci e si creano attorno alle linee artistico-progettuali portate avanti dall'associazione. Negli ultimi due anni l'associazione ha orientato i suoi progetti artistici verso un indagine del territorio urbano di Bologna cercando di cogliere in particolare gli aspetti innovativi e originali di una città in continua evoluzione urbanistica e sociale. Quest'ultimo gruppo di ricerca, attraverso la diversificazione degli approcci e degli stili, ha affrontato l'invisibilità oggettiva o soggettiva della città seguendo un percorso centro-periferia spesso corrispondente alle linee evolutive urbanistico-sociali di Bologna.


gnu music festival
altotasso-live-banner

Registrati e ricevi le nostre news

Accedi coi Social Network

     

ORARI

Aperto tutti i giorni
dom-gio 16:30 - 3:00
sab-ven 16:30 - 4:30
Seguici sui Social Network
 
   

Contatti

tel: + 39 051 238003
info@altotasso.com