logoAltotasso Osterie-Italia-rounded-150baroftheyear-150
Altotasso-logo-100

THE SPONK

Locandina
CORTOMETRAGGI ALL' ALTOTASSO

Lunedì 23.01.2006 dalle 22:00 alle 24:00

La serata nasce dalla voglia e l'impegno di alcuni giovani artisti indipendenti che cercano di dare
sfogo alle proprie idee riversandole nella cosidetta settima
arte, pur conoscendone i limiti e le contraddizioni.
L'enoteca Altotasso propone uno sguardo su queste realtà che nel nostro paese
sono ormai ridotte ad una emarginazione forzata e ad un ruolo di nicchia nel
panorama labirintico dello spettacolo contemporaneo.

...

Leggi tutto

TodoModo

ciampi_1.jpg
Film Documentario su Piero Ciampi
LA MORTE MI FA RIDERE, LA VITA NO
Piero di Livorno
Presentazione a cura degli Autori: Claudio Di Mambro, Luca Mandrile, Umberto Migliaccio


“Io sono il più grande, perché mi posso permettere di prendere 300.000 Lire a sera e mandare un altro a cantare al mio posto. Tanto nessuno sa chi è Piero Ciampi”. Questo film racconta chi era Piero Ciampi, cantautore incazzato perché anarchico, comunista e livornese, attraverso le testimonianze di chi ha condiviso con lui la poesia, la musica e le serate alcoliche.



Regia, fotografia e montaggio: Claudio Di Mambro, Luca Mandrile, Umberto Migliaccio
Produzione: TodoModo
Con: Ernesto Mussi, Ezio Vendrame, Bobo Rondelli, Ennio Melis, Enrico De Angelis, Marcello Micci, Pino Pavone, Virginiana Miller, Mauro Donati, Pardo Fornaciari, Graziano Busonero, Gianfranco Reverberi
Postproduzione audio: Riccardo Spagnol, Fabio Crosara
Musiche: Piero Ciampi, Bobo Rondelli, Virginiana Miller

Anno di Produzione: 2005
Durata: 60’
Formato di ripresa: minidv, super8
Formato di proiezione: Beta SP

BIOFILMOGRAFIA DEGLI AUTORI

TodoModo è un gruppo di filmaker indipendenti, composto da Claudio Di Mambro, Luca Mandrile, Umberto Migliaccio e Marco Venditti, che ha all’attivo diversi lavori documentari, accomunati dalla stessa attenzione per le storie marginali e spesso dimenticate.

Nico D’Alessandria. Un delirante insuccesso, di Claudio Di Mabro e Marco Venditti
Menzione Speciale a Arcipelago 2001 e all’Alternative Film Festival di Pescara; Premio al Maremma Doc Festival; Premio Shortvillage al Genova Film Festival
I Malestanti trent’anni dopo, di Claudio Di Mambro, Luca Mandrile, Marco Venditti
Premio Cineforum alla Rassegna del documentario Premio Libero Bizzarri; TorinoFilmFestival, sez. documentari fuori concorso
InsideOut, di Claudio Di Mambro, Luca Mandrile, Marco Venditti
Primo Premio TekFestival 2005
La morte mi fa ridere. La vita no, di Claudio Di Mambro, Luca Mandrile, Umberto Migliaccio
Secondo Premio al Bellaria Film Festival 2005


DICHIARAZIONE DEGLI AUTORI

“Piero Ciampi è stato un’artista unico, un poeta nei gesti. Proprio per questo motivo, è stato un personaggio scomodo nella scena culturale italiana e purtroppo sia in vita che dopo la sua morte, non ha ricevuto l’attenzione che si sarebbe meritato.
Chiunque lo ascolti però, per la prima volta, non può rimanere indifferente. Piero Ciampi, o lo si odia o lo sia ama.”

 

...

BOlogna BOgotà

bobo.jpg

BOlogna
BOgotà

Live Exibition

*Electronic Miusic Performance by ErmeS VJ Fel

*Saliceto Krew Drum & Bass VJ KM

...

CONFRONTING THE EVIDENCE

Giovedì 27 ottobre 2005
ore 20,15

verrà proiettato il video

CONFRONTING THE EVIDENCE
A CALL TO RE-OPEN 9.11

{google}1505922743267094437{/google}

  Il risultato delle ricerche e della contro inchiesta indipendente sugli eventi dell’11 settembre 2001
condotte da reopen911.org .
...

Luke Mines

African boots of Beijing
A short film by Luke Mines
featuring Afrika United Football Club
Giovedì 6 ottobre

a partire dalle 21:00



...

100.300.8



Il nuovo organismo di agitazione culturale
100.300.8
sabato 15 Gennaio 2005 ha presentato la
prima proiezione pubblica del documentario
sulla manifestazione pro Pace/contro Bush tenutasi durante l'ultima
convention repubblicana pre-elettorale a
New York City,
7^avenue 30 agosto 2004
la massiccia marcia pacifista a cui hanno preso parte anche
Michael Moore, Jesse Jackson, United for Peace Organization
e 500.000 individui svincolati da bandiere politiche o religiose



forma di sensibilizzazione contro la tensione bellica e
a favore di un movimento pacifista che inizia nel Grande Pomo
realizzato da Piero Casanova, girato da Leonardo Casanova,
montaggio di Paolo Ganzi
con la supervisione di Marco Ferrari
sonorizzazioni esclusivamente live con il prorompente N.Y.C. sound di Groovy Ricky

dress code nessuna restrizione, solita trasversalità di pubblico
...

EINSTURZENDE CAMERA PROJEKT

Per spiegare ciò che il progetto Einsturzende Camera intende proporre, nella forma di Alessandro Ansuini – poeta, Tommaso Balerna ed Enrico Masi – musicisti, bisognerebbe ripercorrere lo sviluppo che la poesia di ricerca, o in altri termini poesia moderna, ha subito con l’avvento dei Surrealisti, dei Futuristi, e più avanti del gruppo '63 e dei Novissimi in Italia, passando dai reading poetici alle letture sonore.
La poesia, di cui già nell'ottocento Baudelaire cantava la morte e reclamava la dignità, ha cominciato ad allungare le dita come tralicci di edera verso altre arti, la pittura, la musica e il teatro con l’obiettivo di creare una nuova forma d’arte capace di rivolgersi a tutti i sensi dell'uomo, – una sorta di realizzazione dell’ambizioso quanto utopistico progetto Rimbaudiano ipotizzato nella Lettera del Veggente.
Il progetto Einsturzende Camera, lungi dal modo desueto di intendere i reading – si pone come ponte fra tutte queste arti: il poeta e i musicisti portano contributi distinti, compiono una sperimentazione "parallela” fondendole in un esibizione live di musica che varia dalla classica all’elettronica, dal progressive al jazz – alla visione di uno spettacolo teatrale, supportato da un uso della voce che sfrutta la sonorità del linguaggio, l’intonazione, la pronuncia, incentivando quella ricerca onomatopeica che era arrivata alle lingue inventate delle avanguardie storiche, fatte di puri fonemi, ma in questo caso senza mai sconfinare nel non sense: la parola è usata sia come elemento musicale a se stante, sia come abbinamento del testo poetico all’esecuzione musicale, fermo restando che la centralità del messaggio verbale può venire superata: si consideri, ad esempio, che durante le performances degli einsturzende camera può divenire prevalente l’azione (e il suo valore astratto, "concettuale"), oppure la mimica e la gestualità, o anche soltanto la presenza corporea del poeta e dei musicisti, impegnati costantemente in un teatro vivente che si scambia i ruoli in continuazione.


Per saperne di più visitate il sito della Smith & Laforgue Indipendent Press

...
gnu music festival
altotasso-live-banner

Registrati e ricevi le nostre news

Accedi coi Social Network

     

ORARI

Aperto tutti i giorni
dom-gio 16:30 - 3:00
sab-ven 16:30 - 4:30
Seguici sui Social Network
 
   

Contatti

tel: + 39 051 238003
info@altotasso.com