logoAltotasso Osterie-Italia-rounded-150baroftheyear-150
Altotasso-logo-100

Il Popò della Libertà - Zap e Ida

immagine2nuo


Giovedì 21 ZAP E IDA propongono ad "ALTOTASSO" una Presentazione/Spettacolo del loro ultimo libro "Il Popò Della Libertà". Ogni riferimento al nuovo partito di Berlusconi è puramente voluto. Con l'aiuto di una lavagna luminosa Zap, il più veloce disegnatore di tutti i tempi, intratterrà i presenti inondandoli di terribili vignette in diretta. Sarà particolarmente gradita la presenza di fans del cavaliere che potranno così cambiare opinione sullo Psiconano di Arcore. Il termine è mutuato da Beppe Grillo, che ha regalato agli autori la prefazione. Il libello propone decine di disegni al vetriolo, un intero " Dizionario Berlusconiano e le 40 Esternazioni più Toste del Cavaliere", forse la parte più irriverente del volume; un KARAKIRI ! Ai presenti Zap e Ida regaleranno vignette sulla prima pagina del libro.

...

Alice Di Vincenzo

invito

Un Altro Sguardo: La Meraviglia del Quotidiano

Mostra Fotografica 01.03.08 - 30.03.08

Dagli studi scientifici - una laurea in fisica all'attivo e la specialistica in astrofisica in corso -, Alice Di Vincenzo ha trasferito alla fotografia la passione per la sperimentazione.
Al centro della sua ricerca artistica, ci sono oggetti molto comuni, addirittura banali (biglie di vetro, bottiglie di plastica...), ma quasi trasfigurati nei giochi dei riflessi, dei colori e nelle ardite manipolazioni.
Nei suoi scatti non c'è alcuna concessione al compiacimento, ma l'autentica capacità di cogliere la meraviglia del quotidiano.
La mostra "Un altro sguardo" sarà allestita all'Enoteca Altotasso dal 1° al 31 marzo 2008.



...

Leggi tutto

Maurizio Recchi

storyboard
storyBOard
Mostra Fotografica 01.02.08 - 29.02.08
di e a cura di Maurizio Recchi

 

storyboardretro


                                    www.flint.it/storyBOard                         Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Alla fotografia Maurizio Recchi, giovane fisico ascolano classe ‘75, è approdato spinto dalla sua curiosità per ogni aspetto della realtà e dalla sua sete di "comunicabilità".

La sua fotografia più che "rappresentare" esercita l'ottica del "presentare" dell'"indagare" gli eventi, le persone, le situazioni, immortalate in un istante che il tempo non lascerà immutate ma diverranno solo un ricordo di un istante di vita passata.
Insegue il vagare della mente, ricerca l'approccio lento, calcolato, con la realtà, anche con la cosiddetta "immagine sequenza" di matrice statunitense e si ferma privilegiando la centralità della persona per coglierne l'aspetto estetico e poetico.
Una documentazione "espressiva" e "narrativa" del vissuto quotidiano.
Nei suoi scatti ama la spontaneità e si affida all'intuizione in una dimensione dove lo sguardo fotografico diventa reportage che imprigiona le atmosfere dei concerti bolognesi;
il privato, l'intimo portato all'esterno nei Giardini Margherita; le mani che giocano nell'adempienza di un mostrare il senso dell'innato;
la strada che si anima e colora di artisti e giocolieri ...
storyBOard nasce dalla sua idea che con ogni piccola descrizione fotografica di una cosa vista si può lasciare un seme nel terreno della memoria e dall'illusione di mettere una propria immagine nel grande romanzo visivo di ogni giorno.

Orgoglio, vanità?

m.g.battistini
...

MALEDETTY TURISTI

fronte
MALEDETTY TURISTI 
Allestimento Fotografico
a cura di
Alessandro Ansuini, Enrico Masi, Jerome Walter, Alberto Gemmi, Federico Tarantino
20.12.07 - 31.01.08
PERFORMING live 20.12.07 VERNISSAGE 16.01.08

C / o Alto Tasso. Piazza San Francesco.
Tutto comincia nelle strade, il palcoscenico di tutti i giorni, 
con quelle luci diffuse o intermittenti,

dal Canal St. Martin all’Hackescher Hofe.

Le persone delle strade, la tendenza di costume, le camicie,
gli sguardi, la passione, il desiderio.
La fotografia come mezzo espressivo della documentazione, dei tagli di luce nell’inquadratura, delle tonalità. Il medio formato come scelta in omaggio alla tradizione.
Sempre turisti, sempre in casa di altri, come zingari dell’Europa, per testimoniare una nuova strada di gallerie, un nuovo bar con il vino giusto, una nuova zona di case popolari.

Caucaso factory presenta una collettiva, che si viene ad amalgamare alle ricerche estetiche condotte negli ultimi anni, lungo numerosi viaggi di esplorazione dell’Europa e dell’Italia stessa. La Caucaso lavora nella fotografia utilizzando gran parte dei suoi formati ( 35mm, 6x6, diapositiva, digitale, sviluppo e stampa )
per integrare una continua operazione di ripresa della realtà volta al livello professionale della creazione multimediale, che viene condotta anche tramite l’utilizzo di
testo, grafica, video, modellazione dei corpi e dei materiali
( cartone, argilla, pittura, allestimento )
e infine il suono ( Camera Mix ).

Caucaso factory nasce nel 2002, come ensemble sperimentale, dall’incontro dei linguaggi, nell’area di Bologna.
A partire dal 2005 lavora nel quartiere della Bolognina e in varie città d’Europa tra le quali Londra, Parigi, Porto, Roma, Spalato e Berlino.

Eventi legati alla mostra presso Alto Tasso
Giovedì 20.12.07 “Per un allestimento dal vivo”
Mercoledì 16.01.08 “Vernissage”

www.altotasso.com
http://caucaso.info
www.work-out.org
cin_francaise
"Harold & Pinter ci hanno consegnato questo stile,
da essere portato avanti"
 
Prefazione: 
Mettiamo da parte i sentimenti e la morale, si tratta di estetica e di punti d'argento, trasformati in alluminio in questa occasione, e la Caucaso si presenta a Bologna, con una selezione densa di strade, di persone, di vestiti.
La rappresentazione della realtà è costante, tramite ogni strumento di ripresa.
Utilizziamo digitale e analogico terrestre, piccolo e medio formato, diapositiva e negativo.
Il testo accompagna le uscite della factory.
Il suono ne è la colonna sonora, i corpi il suo allestimento continuo.
Eppure succede qualcosa in questa realtà contemporanea. Manca qualcosa, di riflesso a tanta produzione. Deve essere questa overdose mediatica che stiamo cantando in tanti, come un palese ritorno alle fasi primordiali di comunicazione. Le insegne, le pubblicità, le scritte sui muri, stencil, indicazioni stradali, video schermi nelle stazioni, sugli autobus, Lcd nelle case, nei bar, proiezioni nelle feste, Vj nei party, tutte queste informazioni, in realtà sono neutrali, praticamente sterili, sommandosi, superando la soglia di attenzione dell'individuo. Dunque il principio della quantità. Alzare il numero di flyer per ottenere maggiore successo, visibilità subliminale. Dunque anche nella overdose mediatica esiste un equilibrio dettato dall'economia. Chi investe di più nella propaganda, ottiene un effetto maggiore, ritornando alle ineguaglianze sociali della comunicazione. Questi sono i soldi che contano, le spese bianche, quelle che non sono nemmeno in discussione. La...

Leggi tutto

ARS MAGNA

the_big_bross
ALESSANDRO BAX BASTARI
presenta
ARS MAGNA
Mostra Pittorica
Sabato 20 Ottobre 2007 - Vernissage
fino al 16 novembre


il_lupo_della_steppa_urbana

la_mareggiata
...

Zap e Ida - Iraq, Cofferati e Vaff...

Zap-Ida-Cofferati

ZAP, il disegnatore più veloce d'Italia e IDA teorica della comprensione, formano una coppia di moderni cantastorie che accompagnata da una lavagna luminosa mette in scena uno spettacolo irresistibile di disegno e umorismo passando da uno stile giocoso al sarcasmo più pungente.

ZapIda1


Zap-Ida-2


Zap-Ida-3


Zap-Ida-4


Zap-Ida-5


Zap-Ida-6


Zap-Ida-7


Zap-Ida-8


Zap-Ida-9

...
gnu music festival
altotasso-live-banner

Registrati e ricevi le nostre news

Accedi coi Social Network

     

ORARI

Aperto tutti i giorni
dom-gio 16:30 - 3:00
sab-ven 16:30 - 4:30
Seguici sui Social Network
 
   

Contatti

tel: + 39 051 238003
info@altotasso.com